Skip to content

7 consigli per creare un buon sito che funziona

novembre 25, 2011 - Blog, In evidenza

Weaver's Needle Seen Through a Compass

Nel vasto panorama di internet, guide, SEO, howtos, esperti, etc, come fare per capire quali sono gli elementi davvero essenziali per creare un buon sito che funziona.

La regola non é sempre la stessa per tutti i settori ma alcune caratteristiche fondamentali ci permettono di ottenere grandi risultati senza essere un guru e nella maniera più genuina possibile.

Ho una consapevolezza, che cresce sempre più, realizzazione dopo realizzazione, in particolar modo dopo la pubblicazione del mio ultimo lavoro, quindi ho pensato di  iniziare a cristallizzarla qui e condividerla con voi.

Perché le domande sono un po’ sempre le stesse: cosa mettere e cosa non mettere nel sito, quali parole chiave, con quale importanza, come fare per sbancare il PageRank in breve tempo, primi posti nella SERP, e così via.

Realizzare il sito di La Valle del Bò é stato un impiego molto rilassante, e continua ad esserlo, per i ritmi che si sono instaurati e per il tipo di sito che é stato pubblicato. Settore nuovo, ossia quello dell’equitazione e dei pony. Quindi anche poche conoscenze e idee da mettere in campo. Così ci siamo prima informati, e poi formati nel settore.

Da un certo punto di vista, é stato un po’ come re-imparare a fare web, rivalutando tutte le mie conoscenze per capire se potevano funzionare o meno in questo settore. Oppure sfruttando una giustificata ingenuità per provare qualche strategia nuova.

Ecco quindi le 7 regole che funzionano e che userò per il 95% dei siti web che creerò:

  1. Il Web nasce sulla carta: prima regola, per il fatto che siamo umani e la nostra mente ragiona meglio sulla carta. La lista delle cose da fare, cosa mettere e cosa non mettere nel sito, le bozze del layout, le idee. Tutto prima su carta. Eventualmente qualcosa verrà aggiunto dopo, molto non uscirà mai fuori dai fogli, ma il Web nasce sulla carta.
  2. Studia la mappa del territorio: dove siamo, chi siamo e chi vogliamo essere, chi sono i nostri concorrenti, chi é l’audience che leggerà i nostri contenuti: studiamo qual é la nostra attuale immagine su internet, aiutandoci con Google ed i backlinks, capiamo cosa contribuisce alla nostra immagine attuale e cosa no. Cosa modificare nella nostra immagine perché sia più cool, più appealing, e se questa nuova immagine va nella direzione che vogliamo. Chi leggerà il nostro sito. Adulti, bambini, specialisti, esperti, curiosi? E’ importantissimo! Sono loro che decreteranno il livello di successo del nostro sito. Dobbiamo sapere chi saranno i nostri lettori.
  3. Contenuti vari e di qualità: altrimenti detto, con un’espressione che preferisco: dare valore, aggiungere valore per chi legge i nostri contenuti. Consideto questa, in realtà, prima e fondamentale regola, che secondo me tende a perdersi a discapito di seo, parole chiave, etc. Stiamo pubblicando un sito, deve essere un buon sito e dovrà quindi avere buoni contenuti, come buoni contenuti deve avere un libro perché sia buono. Le due cose vanno di pari passo. Se i vostri contenuti non sono di valore, chiedetevi piuttosto perché state pubblicando un sito web su quell’argomento. E qui i consigli per scegliere, trovare e pubblicare contenuti di qualità sono tanti (a breve un articolo dedicato)!
  4. Il menù e la navigazione: guidiamo noi il carro, d’accordo? Non vi aspettate che i vostri visitatori sappiano quali sono le pagine di maggiore importanza, quelle con contenuto migliore. Dovete dirglielo voi: innanzitutto studiando un menù di navigazione essenziale, deve essere snello e ben organizzato. E studiatevi dei possibili percorsi di navigazione all’interno dei contenuti, pubblicate collegamenti in modo che, click dopo click, chi legge segua il percorso che avete pensato. Pensare percorsi di navigazione impliciti ci aiuta anche a non sovraccaricare il menù di navigazione, perché tutti i contenuti minori verranno collegati e raggiunti con questo metodo.
  5. Testi brevi e dritti al punto: scrivere, scrivere, scrivere, ecco cosa fanno molti. Ma dall’altra parte, i visitatori non pensano certamente leggere leggere leggere, anzi, tutto il contrario! Contenuto, valore, il prima possibile. Diretto. E quindi dobbiamo essere bravi a fornire il nostro valore, subito, con brevità e andando direttamente al punto. Sarebbe come pretendere che un visitatore di una biblioteca legga tutti i nostri romanzi per intero prima di poter decidere che sono migliori di altri.
  6. Fate attività: avete mica pubblicato un sito vetrina? Stiamo parlando di risultati e contenuti di valore, quindi il nostro sito dovrà fornire contenuti sempre nuovi ed aggiornati. Il segreto del fare attività é sì pubblicare contenuti nuovi, ma con una frequenza costante. Non dobbiamo preparare 100 pagine e pubblicarle tutte in un giorno. Chi gestisce un blog é più pratico di questo metodo di gestione: scrivere, rivedere i contenuti, pubblicarli a determinati intervalli, affinché il sito sia attivo nel tempo, con progressività.
  7. Promozione: é la parola d’ordine. Ne dobbiamo parlare, scriviamo email, pubblichiamo commenti, usiamo i social network per spargere la voce. I visitatori arriveranno man mano anche dai motori di ricerca, ma inizialmente diamo loro una mano, utilizzando la cara vecchia classica vita reale fatta di persone e relazioni. ma usiamo anche il web per promuovere, possiamo usare le sue potenzialità per amplificare i nostri sforzi; ad esempio:
    1. se vendi dei prodotti, fanne delle recensioni oppure chiedi a chi li ha comprati di lasciare dei commenti
    2. se sei esperto di qualcosa, scrivi un ebook o articoli in cui condividi quello che sai
    3. se sei un professionista, fai conoscere condividi le tue attività o i tuoi lavori, pubblica un tuo curriculum
    4. se sei un artista, pubblica anteprime delle tue opere e le date in cui esponi
    5. se hai un locale o un ristorante, pubblica i tuoi menù, le tue specialità, le tue offerte, oppure proponi sconti in occasioni particolari
    6. se sei un’associazione, parla delle tue iniziative, pubblica foto e video
    7. se sei una società sportiva o un atleta, pubblica i risultati delle tue gare ed i calendari degli eventi futuri

Ultimo condimento: WordPress + SEO, un buon tema grafico, contenuti di valore, i nostri “7 consigli per un buon sito che funziona” e via, verso un’altra realizzazione …

DAvide

Spread The Love, Share Our Article

  • Delicious
  • Digg
  • Newsvine
  • RSS
  • StumbleUpon
  • Technorati
  • Twitter

Related Posts

Comments

There are no comments on this entry.

Trackbacks

There are no trackbacks on this entry.

Add a Comment

You must be logged in to post a comment.